10 destinazioni da sogno raggiungibili solo in barca | Hidea
MotoriVacanze

10 destinazioni da sogno raggiungibili solo in barca (Parte seconda)

By 12 Luglio 2022 Nessun commento

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle prossime 5 destinazioni da sogno da raggiungere solo in barca 

Eravamo rimasti nel Mar Mediterraneo, nella bellissima isola di Skiathos, in Grecia, dove abbiamo ammirato la suggestiva spiaggia di Lalaria.

  1. Grotta blu – Isola di Bisevo, Croazia

Risaliamo lungo il Mar Adriatico per raggiungere un’altra meta che vi farà rimanere senza fiato. Situata nella piccola baia di Balun, sul lato est dell’isola di Biševo, la Grotta blu è davvero uno spettacolo da non perdere.

Nonostante i pescatori croati ne siano a conoscenza fin dai tempi antichi, la grotta venne aperta solamente nel 1884, quando venne realizzato un ingresso con la dinamite per consentire l’accesso a piccole imbarcazioni.

La seconda apertura si trova sotto il livello del mare sul lato sud ed è proprio da qui che ha origine la magia: attraverso questo varco, la luce del sole penetra all’interno della grotta regalando giochi di luce blu davvero straordinari.

È consigliabile visitare la grotta tra le 11 del mattino e le 14 del pomeriggio, possibilmente durante una giornata di sole per non perdere la spettacolarità del fenomeno.

Per motivi di sicurezza e conservazione della bellezza naturale è vietato entrare nella grotta con una barca privata. Consigliamo quindi, di partire dalla vicina isola di Vis, noleggiare una barca fino all’isola di Bisevo e da qui salire su una piccola imbarcazione per entrare nella Grotta Azzurra.

Il tempo di permanenza al suo interno è di soli 15 minuti. Perciò non sprecatene neanche uno!

  1. Isola a forma di cuore – Galesno, Croazia               

Abbiamo dunque appurato che la Croazia è una terra di straordinaria bellezza; quindi, perché non rimanere ancora un po’ per scoprire quale altra perla ha da regalarci?

La perla in questione è un’isoletta con una forma molto caratteristica che la rende facilmente riconoscibile. Stiamo parlando della famosa Isola di Galesno, meglio conosciuta come “Isola a forma di cuore”. Situata tra la costa dalmata e l’isola di Pasman, potremmo definirla un capolavoro a opera di madre natura.

L’atollo è completamente disabitato, contornato da acque limpide che ricordano gli scenari caraibici, ricco di vegetazione, scogli, calette, spiagge di ghiaia e piscine naturali. Può essere raggiunto con la propria barca o con una barca a noleggio. È quindi l’ideale per chi è amante della natura o semplicemente un appassionato di viaggi alla ricerca di luoghi curiosi da visitare.

Non essendo però un luogo antropizzato, non è provvisto di appositi servizi turistici. Di conseguenza anche il pernottamento sull’isola non è consentito, a meno che non si scelga di campeggiare lì, previa richiesta di permesso con largo anticipo.

La Croazia con le sue migliaia di piccole isole è la destinazione perfetta per le gite in barca.

  1. Cala Luna – Sardegna, Italia

Da Galesno, circumnavigando l’Italia, arriviamo nella meravigliosa terra sarda, meta, che da qualche anno, registra ormai il “tutto esaurito” dal punto di vista turistico.

Ma nonostante questa capillare diffusione del turismo in Sardegna, il paesaggio naturale mantiene ancora intatte le sue caratteristiche, tali da consentirvi una fruizione genuina e mai artefatta del territorio. Come dimostra d’altronde la bellissima Cala Luna, che si rivela una sorpresa per tutti gli appassionati del mare e per chi ama i paesaggi incontaminati.

Situata nella parte orientale della Sardegna, nel Golfo di Orosei, tra i comuni di Baunei e Dorgali, Cala Luna si presenta come una baia selvaggia con diverse grotte, immersa in un contesto di scogliere calcaree e di una rigogliosa vegetazione. Alle sue spalle, infatti, risalta un boschetto di oleandri rosa e una piscina naturale. La spiaggia, caratterizzata principalmente da sabbia bianca e ghiaia calcarea, si estende per circa 700 metri. L’intero scenario permette dunque di immergersi totalmente in un’atmosfera del tutto incantata.

Il modo più semplice per raggiungere Cala Luna è appunto via mare al bordo di una barchetta comoda e sportiva come la Magu. Una volta arrivati in barca, potrete godere di una vista incomparabile di tutta la costa e potrete addirittura scoprire altre spiagge.

 

  1. Skellig Michael – Irlanda

Se vi sentite particolarmente inclini all’avventura e desiderosi di spingervi all’esplorazione di mete più audaci, abbiamo quello che fa per voi! Abbandoniamo il Mar Mediterraneo per inoltrarci nell’Oceano Atlantico alla scoperta delle Isole di Skellig, a largo della costa sud-occidentale dell’Irlanda.

La più grande delle Skelligs è l’isola di Michael, mentre l’altra, la più piccola, che si incontra per prima imbarcandosi dalla terraferma irlandese è Little Skellig, da sempre disabitata e incontaminata.

Skellig Michael, difatti, ospita sulle pendici degli speroni rocciosi un monastero medievale protetto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Un tempo i monaci venivano a rifugiarsi tra le sue antiche mura.

Tra le attrazioni principali delle isole Skellig, oltre alla presenza di un faro risalente al 1865, una natura variegata, che sorprende con più di 20 mila coppie di uccelli che nidificano sulla più piccola isola.

È bene sapere che non è possibile arrivare in maniera autonoma sull’isola, perché anche quando il mare è calmo, non è del tutto sicuro attraccare qui. Dalla vicina cittadina di Portmagee, ogni giorno, nei mesi estivi e con il tempo a favore, partono diversi battelli che fanno la spola verso l’isola di Skellig Micheal.

Una cosa è certa, quando si arriva per la prima volta alle Isole Skellig si resta colpiti dalla loro selvaggia bellezza e dalla loro romantica natura.

  1. Arcipelago di Stoccolma – Svezia

In chiusura di questo splendido itinerario alla scoperta di posti meravigliosi, vogliamo proporvi per ultimo il suggestivo Arcipelago di Stoccolma, il secondo arcipelago più grande del Mar Baltico.

Meta estiva preferita dagli svedesi, l’arcipelago è composto da circa 30.000 isole, alcune delle quali private, altre disabitate, altre ancora raggiungibili con un traghetto da Stoccolma. Ognuna di esse è dotata di caratteristiche peculiari, molto diverse tra di loro. Ciò che le accomuna però è una natura spettacolare, in alcuni punti anche primitiva, e un aspetto culturale a molti sconosciuto. Proprio per la loro singolarità sono state spesso luogo di ispirazione per scrittori e artisti celebri che hanno dato vita ai loro maggiori successi.

Esplorarle in barca potrebbe quindi rivelarsi un’esperienza indimenticabile.

Si potrebbe fare un salto nell’arcipelago meridionale, alla scoperta delle 4 isolette Sadelöga, Bodskär, Borgen, protagoniste di pellicole cinematografiche molto famose e Utö, sede delle più antiche miniere di ferro della Svezia, in cui troverete anche spiagge e sentieri perfetti per passeggiate, nonché stazioni di noleggio di biciclette e kayak.

Oppure fare tappa a Sandham, una delle isole più frequentate d’estate, che accoglie gli amanti di sport acquatici e turisti per organizzare tour alla scoperta delle meraviglie di questa terra.

 

Siamo sicuri che non vedete l’ora di partire! E quindi cosa state aspettando?

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.