fbpx
BarcheVacanze

8 motivi per cui il mare è il vero protagonista della Fase 2

By 21 Maggio 2020 Nessun commento
Vacanze in barca

Ebbene sì, le nostre vite sono state sconvolte dal Covid-19 e abbiamo dovuto cambiare le nostre abitudini. Siamo rimasti tutti bloccati dalla paura e dalle restrizioni, abbiamo dovuto mettere uno stop ai nostri progetti e alcuni addirittura cancellarli ma, soprattutto, abbiamo dovuto rinunciare a vivere all’aria aperta e a godere della nostra libertà.

Adesso siamo giunti finalmente alla Fase 2, in cui ci viene chiesto e concesso di riprendere piano, piano la nostra vita di sempre, seppur con molte restrizioni. Eppure, la paura è tanta. Cosa possiamo fare? Dove possiamo andare? Come proteggerci? Come godere delle giornate primaverili, ma senza rischiare il contagio?

Per chi ama il mare, sarà tutto più semplice per otto motivi! Andiamo a scoprirli insieme!

  1. È consentito andare in barca.

Ebbene sì, le ultime decisioni governative permettono ai cittadini possessori di un’imbarcazione di poterla raggiungere e uscire in mare. Fino ad ora ci sono delle diversificazioni nelle attività consentite a livello regionale, ma in linea di massima, le restrizioni in questo senso sono state quasi completamente rimosse.

  1. Fare il bagno è sicuro.

Gli studi effettuati sul Covid-19 dimostrano che contrarre il virus in acqua è praticamente impossibile, dal momento che la dose infettiva del virus in acqua scompare. Questo è dovuto innanzitutto alle proprietà dell’acqua (soprattutto quella di mare), ma in secondo luogo anche all’azione dei raggi ultravioletti irradiati dal sole.

  1. Non si rinuncia alla vacanza.

Vista la situazione affollamento nelle spiagge, uscire in barca permetterebbe di non rinunciare alle vacanze estive. E dopo mesi chiusi in casa, chi ha voglia di passare anche i mesi estivi a soffrire, senza concedersi nemmeno un po’ di relax? Con una barca e un motore sicuro ed affidabile, il gioco è fatto.

  1. Il mare fa bene.

Come tutti sappiamo, il mare fa bene alla salute. Vivere in barca consente di usufruire naturalmente della cosiddetta talassoterapia, vale a dire l’azione curativa del mare. Pare che aiuti a migliorare il metabolismo e l’attività circolatoria. È solitamente indicata per chi soffre di malattie della pelle, respiratorie e circolatorie.

  1. La barca è un posto sicuro.

Quale alternativa migliore alla protezione della casa? Sicuramente la barca può facilmente diventare una seconda casa, che possa riflettere la personalità di chi ci vive e tenerci lontani dai rischi del contatto con il virus. In barca si può stare da soli, protetti, ma senza chiudersi tra quattro mura e sfoderando una invidiabile abbronzatura!

  1. Si è indipendenti.

Con una vacanza in barca, si può fare ciò che si desidera, senza paura di rischi e restrizioni. Si può cambiare programma ogni giorno, vedere ogni giorno un panorama diverso e non dover per forza seguire un programma prestabilito. È un po’ come una vacanza on the road, ma portandosi casa con sé e senza dover necessariamente incontrare qualcuno.

  1. Si è più liberi.

Ma ci pensate? Dovremo passare un’estate senza fare assembramenti, senza avvicinarci agli altri e, soprattutto, indossando perennemente una mascherina! Non sembra poi così allettante l’estate che ci aspetta. A meno che non si passi in barca! Lì potrete trascorrere il tempo con i vostri cari, senza restrizioni e senza la scomodissima mascherina, scarrozzati dovunque desideriate da un fedelissimo fuoribordo!

  1. Costa meno.

Immaginate l’impennata dei prezzi di voli, treni e hotel? La crisi si sta facendo sentire e tutti dovremo correre ai ripari. In barca non c’è pericolo: il mezzo di trasporto lo avete già, l’intrattenimento pure e anche un posto in cui dormire. Direi che il risparmio è netto! E se non avete la barca, beh, si può tranquillamente affittare.

Allora, vi abbiamo convinto? Tutti in barca!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.