I più bei musei del mare nel Mediterraneo e nel mondo | Hidea
Vacanze

I migliori musei del mare

By 11 Maggio 2021 Nessun commento
Oceanografico di Valencia

In gran parte dei paesi, i musei stanno finalmente riaprendo, dopo un lungo periodo di stop dovuto alla pandemia di Covid-19. Sarebbe bellissimo poterli visitare tutti, certo, ma bisogna fare una scelta. E per chi, come noi, è appassionato di mare, non si può che cominciare dai musei del mare!

Pesci in oceanografico

I sette musei del mare più belli nel Mediterraneo

Nel Mediterraneo, i musei del mare che cercano di raccontarne la meraviglia e quella dei suoi abitanti, sono molti, sia per gli adulti che per i bambini. Grazie alel’avanzamento tecnologico ed all’impiego di diverse tecnologie legate alla rete, all’intelligenza artificiale ed alla possibilità di unire il mondo virtuale e quello reale, questi musei sono davvero molto interessanti e capaci di sorprendere e di coinvolgere il visitatore in modo interattivo, dando vita ad un mix di educazione ed intrattenimento che è essenziale per poter formare e comunicare informazioni, senza perdere l’interesse del pubblico.

La storia dell’Italia e di tutti i paesi del Mediterraneo è legata a doppio filo a quella del mare sul quale si affacciano, che ne ha influenzato percorsi, culture e avvenimenti, continuando a farlo ancora oggi. Tutto questo è evidente e sapientemente raccontato nei migliori musei del mare del Mediterraneo.

  1. Museo Oceanografico di Monaco. Il museo è costruito sulla base della Rocca di Monaco, all’interno di una struttura estremamente elegante. La sua caratteristica peculiare è la capacità di trasmettere al visitatore un messaggio fortemente ambientalista, oltre ad una serie di curiosità sul mare in generale. Un’esperienza unica da vivere in questo museo è quella della Liquid Galaxy, realizzata insieme a Google: si tratta di un software per visionare ed esplorare gli oceani in modo tridimensionale. In ultimo, ci sono diversi corsi e piccoli stage divertenti ed appassionanti per bambini, ma anche diversi workshop su svariati argomenti legati al mare e ai suoi abitanti.
  2. Galata Museo del Mare di Genova. Si tratta di uno dei musei più grandi d’Europa, supermoderno, dove si può interagire e sperimentare a qualsiasi età. Il museo è ricco di documentazioni interessanti, di modelli, presenta all’ingresso la riproduzione di una galera, ma soprattutto permette di vivere una vera e propria esperienza di tempesta in 4D a bordo di un brigantino e fuggire sulla scialuppa di salvataggio dopo il naufragio. Un’altra sezione molto importante è dedicata all’esperienza degli emigranti che partivano dall’Italia per raggiungere l’America in nave; inoltre, si può “pilotare” un piroscafo, grazie ad un simulatore navale e visitare il celebre sommergibile Nazario Sauro.
  3. Oceanogràfic di Valencia. Progettato da Félix Candela, è il museo del mare più grande d’Europa e la sua forma ricorda quella delle onde del mare. Si trova all’interno della Ciudad de las Artes y las Ciencias di Valencia e contiene circa 45.000 esemplari marini, in 42 milioni di litri d’acqua. I cormorani, i fenicotteri e molti altri animali vivono in libertà all’interno dell’Oceanografico e si può assistere anche a bellissimi spettacoli con i delfini!
  4. Museo della Marineria di Cesenatico. Questo museo mostra una serie di imbarcazioni bellissime, nuove, antiche, originali e chi più ne ha, più ne metta! Il museo presenta un’intera sezione galleggiante dove vivere mille avventure con tutta la famiglia.
  5. Océanopolis di Brest. Si trova in Francia, a Brest appunto e ospita sia gli scienziati del Centro Nazionale Oceanografico sia un parco marino da visitare. L’offerta di questo parco, costruito a forma di chela di granchio, varia da filmati 3D a visite guidate a spettacoli di vario genere.
  6. Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano. Il museo presenta tantissimi modelli e documenti ed è suddiviso in tre sezioni principali: una dedicata alle imbarcazioni sportive, una a quelle di assalto e di guerra e una alle imbarcazioni da esplorazione. All’interno della struttura, si può addirittura entrare in un vero transatlantico e visitarlo! Pagando, poi, un piccolo prezzo supplementare, è possibile visitare il sottomarino Enrico Toti…assolutamente da fare!
  7. Oceanário di Lisbona. Uno dei più belli del mondo, visitabile in Portogallo e che coinvolge direttamente il pubblico. Al suo interno si trovano 16.000 animali e 450 tipi di piante diverse. Il pubblico si ritrova al suo interno circondata dall’acqua, grazie ad una particolare struttura di tunnel sotterranei e pareti trasparenti, tanto da avere la sensazione di essersi immerso tra pesci e coralli.

Oceanografico di Valencia

I cinque musei del mare più famosi nel mondo

Oltre ai musei del mare che troviamo nel Mediterraneo, ve ne sono molti altri sparsi in diversi luoghi del mondo, che vale la pena visitare. Eccone alcuni:

  1. National Maritime Museum. Si trova a Greenwich e possiede una raffinata collezione di reperti marini. La città ha una forte tradizione navale e marina, fin dai tempi dei Romani e al giorno d’oggi offre una serie di attività per bambini e ragazzi che catturano l’attenzione dei più piccoli. Addirittura, è possibile sparare con un cannone in un’avventura con i pirati!
  2. Australian National Maritime Museum. Si trova nel Darling Harbour, a Sidney e si tratta di un vero e proprio tributo al legame indissolubile dell’Australia con il mare. All’ingresso del museo, si trova il Welcome Wall, una parete con incisi i nomi di tutte le persone emigrate in Australia. È anche possibile sperimentare un vero e proprio viaggio oceanico!
  3. San Diego Maritime Museum. Un centro per gli amanti del mare e della nautica tutto da esplorare. Il museo organizza programmi educativi e ricreativi, oltre a conservare un’amplissima collezione di imbarcazioni storiche. Vengono anche organizzati molti eventi, come anche la possibilità di pernottare a bordo dell’HMS Surprise!
  4. Vancouver Maritime Museum. Una fantastica collezione di storia ed arte navale, nata per preservare la storia dell’esplorazione dell’Artico canadese. Al suo interno, vi è una parte esclusivamente dedicata ai bambini, che possono guidare una riproduzione di un rimorchiatore, imparare come si puliscono le perdite d’olio e giocare ai pirati in modo interattivo.
  5. Liverpool Maritime Museum. L’obiettivo alla base della nascita di questo museo è stato quello di sottolineare l’influenza di Liverpool sullo scenario navale britannico. E ne è valsa la pena!

Quale vorresti visitare per primo? Ne hai già visitato qualcuno? Scrivicelo nei commenti!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.